Il Testo Unico della Sicurezza, prevede che la Valutazione dello Stress lavoro-correlato sia effettuata nel rispetto delle indicazioni elaborate dalla Commissione Consultiva Permanente per la Salute e Sicurezza sul Lavoro che, in data 18/11/2010, ha emanato una lettera circolare in ordine alla approvazione delle indicazioni necessarie alla valutazione del rischio da stress lavoro correlato: la valutazione del rischio da stress lavoro correlato pertanto dovrà essere eseguita in conformità alle indicazione reperibili in tale documento. Se il problema dello stress da lavoro è identificato come un rischio presente in azienda, bisogna agire per prevenirlo, eliminarlo o ridurlo. La responsabilità di stabilire le misure adeguate da adottare spetta al datore di lavoro.
In linea generale il processo di valutazione dei rischi si articola in tre fasi: identificazione dei pericoli, stima del rischio (valutazione preliminare/valutazione semplificata) e valutazione approfondita. In base all’esito di questo processo vengono adottati interventi di eliminazione o riduzione del rischio e una successiva rivalutazione di verifica dei cambiamenti ottenuti.

La valutazione dei rischi non é facile vista la complessità di situazioni di rischi e o pericoli che possono crearsi all’interno di qualsivoglia ambito o settore lavorativo, tanto è vero che nella redazione del documento di valutazione dei rischi il Datore di Lavoro si avvale dell’aiuto del RSPP e del Medico Competente, al quale è attribuito il compito di sorveglianza sanitaria, attività di prevenzione secondaria, per eliminare o ridurre non solo il rischio valutato e valutabile, ma anche il  “rischio residuo”, che spesso è causa di patologie o alterazioni allo stato di salute del lavoratore dipendente. Quindi la valutazione del rischio e la redazione del relativo documento sono il primo fondamentale passaggio per approcciarsi alle problematiche dello stress lavorativo, per poi poter agire con un programma di sorveglianza sanitaria mirato, anche se non sempre necessario.

Sanzioni:

In caso di inadempimento, il datore di lavoro è punibile con ammenda da € 1.000 a € 2.000.

I nostri servizi:

  • Indagine oggettiva e soggettiva volta a raccogliere i dati necessari per elaborare la valutazione del livello di Rischio stress lavoro correlato presente in azienda;
  • Redazione di specifico documento di Valutazione dei Rischi;
  • Aggiornamento del Documento di Valutazione del Rischio, in occasione di variazione dei livelli di rischio e/o dei processi di lavoro, a seguito di infortuni significativi o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità. Nelle ipotesi di cui sopra, il documento di valutazione dei rischi deve essere rielaborato nel termine di trenta giorni dalle rispettive causali.

Neogamma S.r.l

P.I. C.F.10157500017

Corso Francia 233/H -10098 Rivoli (TO)
Via Emilia 166 - 27058 Voghera (PV)

Iscriviti alla Newsletter

La nostra divisione Formazione